Nuovo DomusWall 4 con NTC 2018 – Tutti i tipi di murature in beta test

[vc_row][vc_column][vc_column_text]DomusWall 4 è una versione completamente nuova di DomusWall,  programma strutturale per edifici in muratura ordinaria, armata e con sistemi a blocchi cassero e pareti in CA debolmente armate.

DomusWall è sempre stato un programma che si è distinto per la grande semplicità e velocità operativa, uniti alla correttezza analitica.

La nuova versione è stata completamente riprogettata e riscritta tenendo come punto centrale un’interfaccia utente e modalità operative un ulteriore miglioramento di questa semplicità e velocità.

Per migliorare ancora di più il programma è stata aperta una fase di beta test pubblica e invitiamo tutti a iscriversi, scaricare gratuitamente il programma qui e mandarci segnalazioni e suggerimenti.

Tutti gli iscritti che scaricano il programma e partecipano a questa fase hanno diritto ad un prezzo speciale particolarmente scontato.

Naturalmente la nuova versione mantiene tutte le caratteristiche della versione precedente, con tante funzionalità in più. Eccone alcune:

Filmato sul calcolo degli edifici in muratura ordinaria

[vc_row type=”1″][vc_column css=”.vc_custom_1498387776671{border-radius: 10px !important;}”][vc_column_text]Abbiamo pubblicato il filmato del seminario on line “Calcolo degli edifici in muratura ordinaria” del 19 giugno 2017.

Il seminario affronta i vari aspetti teorici, normativi e pratici della progettazione di edifici in muratura in zona sismica, con esempi concreti.
 
Alcuni argomenti

Classificazione Rischio Sismico con DomusWall

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Il 28 febbraio 2017 sono state pubblicate le linee guida per la classificazione del Rischio Sismico, operative dal 1 marzo. Questa classificazione è lo strumento di base per usufruire del così detto “Sismabonus“, l’incentivo fiscale introdotto nella Legge di Bilancio del 2017 e confermato nell’ultima legge di bilancio  e che permette incentivi fiscali fino al 85% del costo sostenuto rimborsabili in 5 anni.

E’ già disponibile la nuova versione di DomusWall in grado di determinare automaticamente la classificazione di rischio di edifici in muratura con il metodo convenzionale.

Il programma determina la classificazione in base al PAM (Perdita Annuale Media attesa) e al IS-V (indice di sicurezza).

Filmato su muratura ordinaria, armata e con blocchi-cassero

[vc_row][vc_column][vc_column_text]La nuova versione del filmato “Calcolo di edifici in muratura ordinaria, armata e a blocchi in CA debolmente armato“ è un estratto, con parlato, del seminario che si è svolto lo scorso 14 giugno presso la sala dell’Ordine degli Ingegneri di Pistoia.

Il filmato ha una durata di 20 minuti e copre in modo semplice e sintetico molti aspetti della progettazione di edifici in muratura, sia affrontando argomenti di carattere generale, validi per qualsiasi programma di calcolo, sia facendo riferimento all’implementazione ed agli esempi realizzati con DomusWall, il programma strutturale di Interstudio che affronta la progettazione di edifici in muratura ordinaria, armata e con blocchi cassero.

 

Alcuni degli argomenti trattati nel filmato sono:

Valutazione delle caratteristiche dell’intonaco armato

intonacofibrenetL’intonaco armato è una tecnica di miglioramento delle caratteristiche delle murature molto usata per gli interventi di ristrutturazione degli edifici in muratura esistenti. Consiste in pratica nell’applicare sui due lati della muratura delle reti metalliche o FRP collegate tra loro.

Il modo in cui l’intonaco armato migliora le caratteristiche delle murature è triplice:

  • Miglioramento delle caratteristiche della muratura per effetto del placcaggio e del confinamento del materiale.
  • Introduzione di elementi strutturali resistenti a trazione, quali reti metalliche e reti GFRP, mentre la muratura ordinaria non è considerata resistente a trazione.
  • Aumento dello spessore strutturale della muratura. Mentre l’intonaco normale non è considerato ai fini strutturali, l’intonaco armato è a tutti gli effetti parte integrante della struttura del setto.

iT-geo-muri: nuova versione con esportazione dxf

armature-muriiT-geo-muri è un’applicazione WEB gratuita disponibile nell’area Interstudio Tools. Ha caratteristiche avanzate, supporta terreni con geometria degli strati e del terreno del tutto generici, carichi generici, presenza di acqua e roccia, tiranti e pali.

La nuova versione b4 include l’esportazione DXF della tavola dei disegni esecutivi. Questa esportazione si aggiunge a quelle già presenti in PDF, Word, Open Office e xml.

L’esportazione avviene tramite l’icona itgeomurib3-3 presente nella palette in alto.

Documentazione del seminario su edifici in muratura ordinaria, armata e blocchi cassero

[vc_row][vc_column][vc_column_text]E’ disponibile tutta la documentazione del seminario “Calcolo di edifici in muratura ordinaria, armata e a blocchi in CA debolmente armato“, che si è svolto lo scorso 14 giugno presso la sala dell’Ordine degli Ingegneri di Pistoia.

Il seminario ha approfondito metodi di progettazione e verifica di edifici in muratura ordinaria, armata e a blocchi in CA debolmente armato in zona sismica. Sono stati analizzati le verifiche globali lineari e non lineari, le verifiche locali e i meccanismi cinematici.

Sono stati confrontati, anche tramite esempi pratici, i vari metodi e le varie soluzioni.

Le slide del corso sono visualizzabili alla pagina seguente:

Sono disponibili in formato PDF sia le slide del seminario e che degli esempi:

Seminario su murature ordinarie, armate e con blocchi cassero

Il 14 giugno prossimo alle ore 15 si svolgerà presso l’Ordine degli Ingegneri di Pistoia il seminario “Calcolo di edifici in muratura ordinaria, armata e a blocchi in CA debolmente armato“. Verranno rilasciati 4 CFP.

L’obiettivo del corso è l’approfondimento dei metodi di progettazione e verifica di edifici in muratura ordinaria, armata e a blocchi in CA debolmente armato in zona sismica. Verranno analizzate le verifiche globali lineari e non lineari, le verifiche locali e i meccanismi cinematici.

Il corso ha una implementazione del tipo pratica->teoria, dove, dopo una parte introduttiva, si inizia da esempi applicativi spiegando successivamente la parte teorica e in che modo si giunge ai risultati.

Il seminario si svolgerà come segue:

La documentazione del seminario sulle murature

E’ disponibile tutta la documentazione del seminario seminario sugli interventi locali sulle murature, che si è svolto lo scorso 20 maggio presso la sala dell’Ordine degli Ingegneri di Pistoia.

Il seminario ha affrontato principalmente l’esecuzione di aperture in pareti portanti in muratura con l’esecuzione di cerchiature in acciaio e i CA e il rinforzo tramite vari sistemi, il tutto nell’ottica degli interventi definiti “locali” dalla vigente normativa.

Si è parlato dei vari metodi di calcolo, della parte teorica con le procedure di verifica e sono stati svolti alcuni esempi pratici e affrontate alcune problematiche ricorrenti.

Le slide del corso sono visualizzabili alla pagina seguente:

Seminario con CFP su Interventi locali sulle murature

ATTENZIONE: Evidentemente questo corso ha riscosso notevole interesse e dopo un’ora dall’apertura delle iscrizioni erano terminati i posti disponibili. Invitiamo comunque tutti gli interessati a iscriversi ugualmente in coda, sia perché c’è sempre qualcuno che si cancella prima dell’evento, sia perché possiamo chiedere all’Ordine di organizzare un’altra giornata sull’argomento.

 

Il 20 maggio si svolgerà presso l’Ordine degli Ingegneri di Pistoia un seminario di 4 ore sugli interventi locali su edifici in muratura.

L’obiettivo del seminario è l’approfondimento delle tematiche relative alla progettazione di cerchiature in acciaio e in cemento armato per edifici in muratura in zona sismica.

Il seminario è organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Pistoia, ma è aperto a tutti. Gli iscritti ad un Ordine degli Ingegneri riceveranno 4 crediti formativi.

Il seminario ha una implementazione del tipo pratica->teoria, dove, dopo una parte introduttiva, si inizia da esempi applicativi spiegando successivamente la parte teorica e in che modo si giunge ai risultati.